come costruire una strategia di marketing

Da cosa occorre cominciare per costruire una strategia di marketing?

Perché è importante avere una strategia?

Cominciamo subito da una cosa essenziale ossia il distinguere quello che è marketing dalla pubblicità. L’errore più comune per coloro che sono agli inizi è quello di pensare: “ho fatto un tot di numeri di volantini, ho aperto una pagina facebook ed ho aperto il sito perciò ho fatto marketing”. E aspettare che le cose cadano dal cielo.

In realtà l’aver stampato i volantini o aver aperto il sito internet sono azioni che fanno parte di ciò che in gergo e per noi addette ai lavori  è chiamato  “marketing operativo” ossia quelli che sono gli strumenti del marketing.

C’è un qualcosa che invece viene prima del marketing operativo

Quello che cercheremo di fare infatti assieme è di capire come lavorare prima su quello che è il “marketing strategico” ossia il costruire una strategia di marketing. Fatto questo si passa poi a quelli che sono i singoli strumenti da utilizzare. 

Non lavorare prima su quella che è la strategia ci porta ad utilizzare gli strumenti in maniera non appropriata e non certo utile. Non riusciamo a perseguire quelli che sono i nostri obiettivi di fatturato o magari di notorietà. 

Spesso si utilizzano degli strumenti perché magari una nostra competitor che lavora anche in una nicchia di mercato differente dalla nostra ha compiuto un’azione specifica ed ha avuto dei risultati. E noi finiamo così con l’imitarla. Ma così in realtà il discorso non funziona. Ogni prodotto o brand ha una sua strategia.

Nel costruire una strategia di marketing quello che è il marketing strategico viene sempre prima del marketing operativo o di quelli che sono gli strumenti. Solo dopo si passa ad implementare a mano a mano ed approfondire.

Vediamo le differenze tra l’una e l’altro

Ora nella prima fase di lavoro sono diversi gli ingredienti che vanno a costituire la nostra strategia di marketing. Ossia l’analisi del target, dei concorrenti, la strategia di prezzo, il brand positioning, l’analisi del prodotto o del servizio, il processo di acquisto, la domanda del mercato, le eventuali barriere e così via.

Solo dopo aver lavorato con pazienza alla prima fase si passa alla seconda ossia al marketing operativo. Come possono essere le ads, Facebook, Instagram, il sito, l’email marketing, i biglietti da visita, i volantini ed altro.

Ognuno di questi strumenti poi va valutato e scelto attribuendo un budget da investire e solo se trova una giustificazione all’interno della nostra strategia di marketing. 

Non è detto e non è necessario utilizzare tutti gli strumenti a disposizione e in molti casi ne bastano pochi per poter raggiungere con il tuo prodotto o servizio quello che è il tuo cliente target attraverso una comunicazione efficace. 

Si torna spesso in questo processo di lavoro a quella che è la fase uno per migliorare sempre più quella che è la propria strategia di marketing nel suo complesso e quella che è la nostra comunicazione.

Quali sono gli elementi chiave per costruire una strategia di marketing efficace?

Esistono ovviamente degli elementi chiave che sono a monte di una qualsiasi strategia che occorre fare propri. 

Si parte dall accrescere le proprie competenze di quella che è la propria strategia sia se ce ne vogliamo occupare personalmente sia nel caso in cui pensiamo di delegare. Per poi passare a raccogliere dati attendibili e reali soprattutto se si sta per iniziare o per immettere un nuovo prodotto sul mercato. Occorre approfondire la conoscenza del nostro mercato e della nostra clientela in quanto ogni mercato è in continua evoluzione. 

Sono necessari tempo e risorse per l’analisi dei dati fatta anche attraverso dei software per catalogare quella che è la clientela. È importante dotarsi di pazienza, costanza come anche flessibilità nel rimettersi in gioco per non rimanere ancorate a delle convinzioni limitanti.

Quali sono i punti su cui lavorare per costruire una buona strategia di marketing?

All’interno di un’efficace strategia non dovrebbero mancare le risposte a queste domande:

  • Chi sei e cosa fai? Si risponde a queste prime domande partendo dai problemi che risolvi al tuo cliente ideale all’interno del tuo mercato.
  • Che cosa vendi? Quali sono le tue soluzioni?
  • Chi è il tuo target? O cliente ideale?
  • Chi sono i tuoi concorrenti?
  • Come ti differenzi?
  • Che barriere e protezioni ha il tuo brand?
  • Il tuo business è solido e scalabile?
  • Che dimensioni ha il tuo mercato? C’è domanda?
  • Cosa puoi vendere in upselling e cross-selling?
  • Che obiettivi di business vuoi ottenere? Nel breve, medio e lungo periodo?
  • Quanto vale un tuo cliente fidelizzato in termini di fatturato? Rispondere a quest’ultima domanda è importante perché è la vera risorsa di un’attività.

Dare una risposta in maniera efficace e approfondita a tutte queste domande e ponendosi degli obiettivi sfidanti di crescita quantitativi o qualitativi da poter raggiungere attraverso l’utilizzo di strumenti e canali ci aiuta a strutturare un’efficace strategia di marketing di sicuro successo.

In conclusione abbiamo visto assieme:

  • la differenza tra marketing strategico e marketing operativo
  • gli elementi chiave di una buona strategia di marketing
  • le domande alle quali rispondere per costruire un’efficace strategia di marketing 

Se vuoi imparare a costruire una tua strategia di marketing efficace anche per donna introversa imparando ad amare fare marketing come se fosse la cosa più semplice da fare scopri il mio nuovo ebook “Marketing per brave signore” andando semplicemente qui!

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi canali e lascia un tuo commento. Leggi i precedenti. Ogni mio articolo esce solitamente il venerdì.

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.