usare-i-social

Come possiamo usare al meglio i social per il nostro biz?

Se newsletter e blog dipendono direttamente da noi, in quanto sono canali di nostra proprietà, e siamo noi che li gestiamo contribuendo a farli crescere, i social sono in continua evoluzione e non sono sotto il nostro controllo, tutt’altro.

 

Doverosa premessa prima di capire come usare al meglio i social: mentre il blog e la newsletter sono i canali che ci mettono direttamente in relazione con persone specifiche con le quali instauriamo un rapporto one to one al contrario i social sono nati per creare un senso di community al cui interno si avviano conversazioni di gruppo dove le persone interagiscono spesso anche senza filtri tra di loro.

Chiarito questo punto come possiamo usare i social?

 

Ogni canale Social ha poi i suoi utenti e protagonisti. Facebook ad esempio è amato da un certo tipo di persone con una fascia di età specifica che va dai 40 ai 60 anni mentre Instagram è molto seguito dai giovani o You Tube.

Quello che è importante chiedersi è come tutte queste cose possono ritornarci utili

Premetto che non sono la più grande esperta di Social. Come molte li uso per lavoro e cerco di capirne le dinamiche per raggiungere i miei obiettivi.

Allo scopo ogni mese solitamente il terzo venerdì fino a data da destinarsi, e fatte delle eccezioni, saranno presenti sul blog delle professioniste che lavorano a latere del mio campo e proprio tra queste è presente la giovane e nota Jessica Campanella, una delle più qualificate esperte di Instagram, che ci parla delle potenzialità di questo canale per promuovere la nostra attività.

Cominciamo oggi a vedere cosa è utile fare per promuoversi sui Social

  • In primo luogo è necessario capire quale canale ci piace di più e poi verificare se i nostri potenziali clienti sono presenti su quel canale.

Può anche accadere che amiamo da matti Instagram ma se la nostra potenziale cliente naviga su Facebook a questo punto è necessaria una riflessione se usare Instagram per uso personale o lavoro.

  • Non investire tutto su un canale solo. Scegliamo un canale principale ed uno di supporto perché se è vero che sui social le persone interagiscono senza filtri, è anche vero che le regole dei social non le decidiamo noi. Non per essere catastrofici ma di fronte a qualsiasi problema come anche un semplice cambiamento dell’algoritmo possiamo sempre spostare la nostra comunicazione sul secondo canale.

Per esempio se cancelli il tuo account Instagram difficilmente puoi poi recuperarlo e così addio followers.

  • Ogni canale ha il suo modo di comunicare anche se non dobbiamo trascurare che sia necessaria una capacità di base del saper scrivere. Vedi sempre più l’importanza di una buona caption sotto la nostra foto su Instagram.

Certo è che più utilizziamo un canale più impariamo a fare meglio.

  • Essere costanti. Sfatiamo il mito che è meglio scrivere quando si è dell’umore giusto. Il rischio è di scrivere pochissimo e di non essere ricordate. Impariamo invece a costruire anche un semplice calendario editoriale e cercare di rispettarlo.

Certo scrivere è un’attività che richiede tempo e per alcune attività come per esempio le artigiane il tempo è poco. Utilizzando la struttura di un calendario editoriale anche settimanale il lavoro è semplificato. Senza tenere conto che coloro che sono presenti sui social hanno un canale di interazione in più con le loro clienti e quindi un maggiore profitto nelle vendite.

  • Fare relazione. Non postare e andare via. Per esempio il fitto calendario con queste professioniste ospiti sul mio blog è nato dal mio network su Instagram senza tenere conto che il mio account ha meno di un anno.
  • Cosa raccontare di sé. Qui dico la mia. Credo sia legittimo non raccontare ogni nostra ansia o paura o momento no. Non sono per la moda del raccontare tutto ma proprio tutto in favore di una certo tipo di autenticità. Essere autentiche non vuol dire mostrare tutto proprio tutto della propria vita. Vuol dire semplicemente essere vere in quello che si racconta. Decidendo il cosa raccontare.

In conclusione come usare al meglio i social?

Secondo me occorre fare delle distinzioni. Se pensate anche gli Influencer più famosi, che mostrano la loro vita dalle sei del mattino alle undici ed oltre di sera, non mostrano tutto tutto. Ne sono anche un esempio Chiara Ferragni e Fedez. Anche la Spora lo ha dichiarato: lei tutela alcune parti della sua vita ed è giusto che sia così. Molto della loro vita viene filtrato. Postare contenuti ad alto tasso di emotività giova fino ad un certo punto. Occorre fare un uso consapevole dei Social.

Secondo me la nostra vita privata deve supportare l’immagine che noi vogliamo dare di noi stesse. Ci deve essere coerenza tra quello che è il nostro privato e quello che è il nostro brand personale.

  • Conoscere bene i canali scelti per capirne le potenzialità in modo da poterli utilizzare in nostro favore e decidere poi di fare le cose che ci piacciono di più.
  • Porsi sempre la domanda: Come posso usare questo canale a mio vantaggio?
  • Cercare di divertirsi per essere originali.

Se non ami fare marketing e invece vorresti farlo padroneggiando ogni aspetto e divertendoti pure  in modo da promuovere efficacemente il tuo brand scopri il mio ebook “Marketing per brave signore” andando semplicemente qui.

P.S. Se hai trovato interessante questo articolo condividilo sui tuoi canali e seguimi ogni due venerdì. Seguimi anche su Facebook e su Instagram.

 

 

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Need Help? Chat with us