cliente-ideale

Ti sei chiesta chi è il tuo cliente ideale e cosa desidera?

Farsi questa domanda, sopratutto quando si dà inizio ad un’attività imprenditoriale piccola o grande che sia, ci porta ad avere una direzione da seguire con una strategia efficace e a fare meglio per ottenere di più.

Qual’è la prima cosa da fare?

La cosa fondamentale da fare è riuscire a fare un disegno di questa persona particolarmente importante per tutto il nostro business.

Definire così il suo sesso, l’età, gli studi, il lavoro, le abitudini, i suoi interessi. Cosa ama, quali luoghi fisici e virtuali  frequenta per poterne fare così  un avatar.

Questo avatar sarà il modello di un gruppo rappresentativo e definito di persone: la tua nicchia o tribù.

Quando lavoro sulla strategia con le mie clienti, proprio  come anche in una delle prime sessioni sulla costruzione di un business, faccio sempre questa domanda sul cliente ideale e ci lavoriamo sopra insieme.

Tu puoi avere anche il migliore servizio o prodotto al mondo ed essere molto brava, ma se le persone a cui proponi il tuo prodotto o servizio non ne hanno un reale bisogno, e non hai risposto a queste domande e capito i bisogni del tuo cliente è un pò come proporre le stufe nel deserto o vendere il ghiaccio al polo nord.

Affinché un’attività sia profittevole e funzioni è necessario che abbia dei clienti paganti che vedono nella soluzione che proponi il soddisfacimento di un loro bisogno o un desiderio, tanto ancor più se sentito da una specifica nicchia di mercato profittevole.

Cosa identifica la nicchia?

Occorre individuare il bisogno o desiderio di quella nicchia specifica. In quanto parlare a tutti è un pò come non parlare a nessuno. Se invece tu ti rivolgi ad un pubblico ben definito ti rendi interessante per quel target specifico e tutto diventa più semplice.

Produrrai prodotti o servizi più efficaci che calzano a pennello per quel tipo di persone. La tua comunicazione e il tuo marketing saranno più efficaci perché porterai avanti la tua strategia sui canali e nei modi più appropriati.

Tutto questo significa risparmio di tempo, energia e denaro per non parlare di un aumento dei profitti.

La tua nicchia deve essere, come dico io, larga quanto un pollice e profonda quanto un miglio. Ossia popolata da tante di quelle persone che hanno lo stesso bisogno o desiderio.

Lavorerai meglio così sui problemi del tuo cliente ideale per poterlo aiutare a raggiungere così il risultato che desidera.

Sopratutto, e non solo, chi inizia con la sua attività parte dalle sue skills o competenze con il desiderio di poter aiutare chiunque con proposte ad ampio raggio pensando di poter aiutare chiunque. Nella speranza così di avere un gran numero di clienti.

In realtà cosi facendo si rischia di  non aiutare nessuno. La nostra sarà una proposta generalista.

Ti faccio un’esempio. Abito in una cittadina nota per essere la terra della gastronomia. Ricca quindi di attività culinarie con una grande offerta di mercato. Vi sono molte tra queste che fanno una generica offerta di cucina tipica e che hanno successo non appena danno inizio alla loro attività per poi languire. Da pochi anni nella ridente piazzetta del paese ha aperto un localino con pochissimi posti a sedere, specializzato in fritti tipici accompagnati da particolari vini locali. Bene, questo locale ha spesso il tutto coperto. Attrae un particolare tipo di persona che ama quel prodotto. Solitamente persone tra i 35 anni e i 50. E non certo il ragazzo che ama la birra bionda. Eppure se un giovane preferisce una sera un piatto di frittura prenota e fa la fila per andare a mangiare in questo posto.

Ora noi da questa nicchia prendiamo un’avatar ossia un rappresentante con suoi interessi e con uno stile di vita in modo tale da poterci parlare e comunicare efficacemente attraverso i nostri canali .

Ti chiedo: tu hai un tuo cliente ideale?

Se vuoi lavorare alla grande su questo con me prenota ora una sessione gratuita di mezz’ora per fare un check sul tuo lavoro e per poter costruire insieme la tua strategia!

P.S. Se hai trovato interessante questo articolo leggi i precedenti e seguimi ogni venerdì e condividilo sui tuoi canali.

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.