quali canali scegliere per la comunicazione

Quali canali scegliere e quali sono i più adatti per la comunicazione?

Magari hai dato avvio a quella che è la tua attività e ti stai chiedendo quali canali scegliere per poter fare una comunicazione efficace? Vorresti presenziare ogni canale da Facebook ad Ig passando per Pinterest? Le cose non possono essere lasciate al caso, né devi lasciarti travolgere dalle mode del momento o dal tuo solo gusto personale perché magari Ig ti intriga tanto.

Con questo non voglio assolutamente spaventarti nell’aiutarti a scegliere i canali giusti per la tua comunicazione ma non si può improvvisare, anzi. La creatività deve legarsi in questo caso strettamente alla strategia.

Scegliere i canali e fare comunicazione richiede avere degli obiettivi chiari, conoscere a fondo i canali e gli strumenti, quella che è la nostra audience e il cliente ideale e tanto tanto impegno e costanza.

La creatività ben incanalata può servire a rendere il nostro messaggio unico e differente ma occorrono delle basi solide e strutturate e nulla ripeto deve essere lasciato al caso.

È passato per troppo tempo il messaggio che per fare comunicazione e promuoversi basta solo esserci sui diversi canali 24/24h. In parte questo è vero in quanto gli algoritmi amano una presenza costante per dare visibilità ai nostri contenuti ma contare solo su questo non basta.

Cosa è necessario?

  • scegliere i canali più appropriati richiede una strategia di base
  • occorre conoscere bene le abitudini di quello che è il nostro cliente ideale
  • esserci sui diversi canali richiede tempo, impegno ed organizzazione
  • occorre conoscere bene le dinamiche del canale che scegliamo

Cosa significa avere una propria strategia di comunicazione?

Prima di fare qualsiasi cosa come l’aprire una tua pagina facebook o un profilo Ig è necessario che tu abbia tra le mani un piano ben preciso del dove vuoi arrivare e del cosa vuoi ottenere. Non ha senso aprire un proprio profilo Ig solo perché oggi ce lo hanno tutte o aprire un canale business su Pinterest perché è un canale in grande crescita in Italia o spopola negli USA. Se parti da questo presupposto sbagli sicuramente il tuo lavoro già a monte.

Per poter scegliere i canali più appropriati per la propria comunicazione occorre avere chiaro l’obiettivo e soprattutto chi raggiungere e dove costui “pascola” o meglio passa gran parte del suo tempo.

Questi sono i punti essenziali e fondamentali di qualsiasi strategia. Occorre sapere dove si vuole arrivare e chi raggiungere.

Come possono essere gli obiettivi?

Gli obiettivi possono essere quantitativi o qualitativi. I primi hanno a che fare con i numeri come il fatturato o le quote di mercato, i secondi possono essere di branding o notorietà.

Quando formuli un obiettivo deve essere SMART ossia:

  • S specifico
  • M misurabile
  • A attraente o sfidante
  • R realistico
  • T temporale o con data di scadenza

Chi vuoi raggiungere?

Devi conoscere molto bene quello che è il tuo cliente ideale tanto da poterne disegnare un avatar. È importante che tu ne conosca abitudini e bisogni e soprattutto qual’è quel problema impellente che lo tiene sveglio anche alle tre del mattino e che tu sola sola con il tuo prodotto o servizio vai ad aiutare. Il cliente ideale deve essere il rappresentante di quella che è una nicchia o tribù di persone che hanno lo stesso tipo di problema. 

Nel fare questo non devi rivolgerti a tutti perché rivolgersi a tutti è come rivolgersi a nessuno. Il nostro messaggio non deve essere diluito ma arrivare ad un gruppo specifico di persone. La tua nicchia o tribù come dico io deve essere larga quanto un pollice e profonda quanto un miglio.

Una volta che hai chiaro in mente l’obiettivo e a chi rivolgerti potrai scegliere i canali più appropriati per fare arrivare quello che è il tuo messaggio per fare sapere che esisti e comunicare così la tua offerta all’audience più giusta e a cui riuscirai con il tuo prodotto o servizio a risolvere un problema specifico.

Canali di proprietà e canali in affitto

La scelta di un canale non deve pertanto essere lasciata al caso o alla moda del momento o al solo gusto personale. È un complesso incrocio di fattori di una vera strategia  che deve essere portata avanti con impegno, costanza e monitorando e misurandone i risultati e adattandola alle circostanze. Non si improvvisa.

Non si può pensare di poter fare solo comunicazione attraverso i canali social, che sono dei canali in affitto o stanze d’albergo in cui le regole non le decidiamo noi, ma occorre partire da quelli che sono i nostri canali di proprietà come i sito/ blog e la newsletter.

Attraverso contenuti strategici noi possiamo fare compiere delle azioni a chi atterra sulle nostre pagine del sito e portarli all’interno ad una lista di iscritti alla nostra newsletter. Questa è un vero e proprio database di contatti di potenziali clienti che possiamo coltivare e con i quali costruire un reale rapporto di fiducia.

Essere soltanto sui canali social non basta. I social non sono casa nostra. Le regole non le decidiamo noi. L’algoritmo di un canale può cambiare e rendere i nostri messaggi poco visibili. Se un canale sparisce, ed è accaduto, tutti i nostri follower cadono nel nulla e tutti i nostri contenuti spariscono con loro. Strategicamente dovremmo utilizzare i social per portare traffico sui nostri canali di proprietà in modo da trasformare il follower in potenziale cliente.

Quale social scegliere?

Quello in cui il nostro cliente ideale passa più tempo. La risposta è semplice. Ultimamente hanno bistrattato Facebook. Eppure Fb a tutt’oggi è il canale a cui sono iscritti 30 milioni di italiani, quasi la metà della popolazione, e dove sono presenti amici, famiglie ed aziende. Scegli il canale più giusto ed impara ad usarlo al meglio diventandone brava. Poi passa ad un secondo canale. Non è necessario essere presenzialista, anzi.

Come e quanto pubblicare?

Non basta avere il sito/blog e pubblicare ogni due o tre mesi o addirittura una volta l’anno o essere su un canale social e pubblicare secondo l’estro del momento.

Occorre essere presenti. Col blog facendo attività di SEO rendiamo rilevanti i nostri contenuti nelle ricerche in rete e nella serp di google per i nostri potenziali clienti posizionandoci così bene. Sui canali social occorre essere continuative per allenare gli algoritmi. E comunque per creare delle abitudini e consuetudini in chi ci legge con degli appuntamenti.

Utile allo scopo è munirsi di un buon piano e calendario editoriale.

Lo scopo di scegliere i canali più efficaci per la tua comunicazione è quello di fare sapere che esisti e di portare attraverso dei contenuti di valore chi ti segue ad un punto x dove possono acquistare da te attraverso un percorso piacevole e divertente. 

In conclusione quello che devi fare per promuoverti in maniera efficace e scegliere il canale giusto è:

  • Definire l’obiettivo
  • Capire a chi ti vuoi rivolgere
  • Decidere i canali da utilizzare per poterlo raggiungere
  • Produrre contenuti di valore che portano alla conversione
  • Essere costanti

Se vuoi fare crescere in modo organico il tuo biz scarica ora la check list regalo che ti aiuta a monitorare il tuo biz passo dopo passo.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi canali e lascia un commento. Leggi anche i precedenti. Ogni mio articolo esce solitamente il venerdì.

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.